Come si misura l’espansione dell’universo

I fisici americani Saul Perlmutter, Brian P. Schmidt e Adam G. Riesci, premi Nobel nel 2011 per la Fisica, nel 1998 scoprirono che l’universo sta accelerando la sua espansione, probabilmente a causa di una forza sconosciuta, l’energia oscura, che potrebbe determinare il destino ultimo del cosmo.

La misurazione accurata e definitiva riguardo l’espansione dell’universo è una cosa complessa e si chiama Costante di Hubble, in memoria di Edwin Hubble, colui che per primo la misurò, nel 1929. Questa costante dovrebbe dirci la velocità cui si espande l’universo e anche quanto sta accelerando.

Al momento gli astronomi osservando in diversi punti dello spazio hanno però sempre elaborato risultati diversi. Ora invece un nuovo studio sembra essere finalmente riuscito a ottenere una costante ritenuta valida da tutti.

Il nuovo studio conferma le precedenti stime del tasso di espansione basate sulle osservazioni dell’omonimo telescopio Hubble mostrando un’espansione di circa 73 chilometri per megaparsec…

View original post 94 more words