Un appello per la natura e i popoli indigeni! No alla Legge #490! …e un messaggio di uno sciamano Yanomami… aggiornato

Barbara Crane Navarro

Un ragazzo Yanomami nella foresta, Alto Orinoco, Amazonas, Venezuela

«Ho pensato che se i bianchi avessero potuto sentirmi, avrebbero convinto il governo a non lasciare che la foresta venisse distrutta … Ora, i cercatori d’oro puzzano della foresta con i fumi dei loro motori e i fumi dell’oro e del mercurio che bruciano insieme.

Adesso temiamo la malaria dei cercatori d’oro, che è anche molto feroce … Il soffio vitale degli abitanti della foresta è fragile di fronte a questi fumi epidemici di xawara. Se moriamo tutti, nessuno sarà in grado di compensare il valore delle nostre morti. I soldi dei bianchi e la merce non ce li riporteranno! E la foresta devastata non potrà mai essere ripristinata, sarà persa per sempre.»

– portavoce e sciamano Yanomami Davi Kopenawa

Una foresta in territorio indigeno distrutta dai minatori d’oro

Il 30% di quelle che ora sono riconosciute come terre indigene…

View original post 517 more words