Social distancing

Google translation of introduction: Social distancing
“This is my space and this, on the other hand, is your space. I don’t go into yours and you don’t go into mine! ”

Le foci dell'Eufrate

“Questo è il mio spazio e questo, invece, è il tuo spazio. Io non entro nel tuo e tu non entri nel mio!”, diceva Johnny a Baby – e viceversa.

“Questo è il mio spazio“, ti sei detta dopo l’ennesimo capitombolo post-romantico, “devo pensare a me” – come se fosse cosa tanto difficile e innaturale, da aver bisogno di imporsela ogni volta con fermezza militare.

“Ho bisogno dei miei spazi!”, hai urlato a un certo punto, forse sedicenne, quando non ti andava più di vivere con la porta della cameretta aperta. “Ho bisogno dei miei spazi…”, hai ripetuto con rassegnazione diversi anni dopo, sempre nella stessa cameretta, ahimé, con la porta chiusa e qualche progetto che non ci sta più dentro.

View original post 565 more words

One thought on “Social distancing”

Comments are closed.