Il sosia o doppelganger

I met one and have seen two others – woo woo woo

Si cerca il sosia di Vincent Van Gogh C'è un mandellese tra i più quotati -  Cronaca, Mandello del Lario

Il sosia è colui che presenta una somiglianza fisica con un’altra persona e se il sosia è un personaggio vissuto in un’epoca precedente si tratta di cronopareidolia. Questo tema era molto in voga durante il Romanticismo e nelle opere appariva spesso un gemello maligno che alla fine riceveva un trattamento drammatico.

La parola sosia deriva da un personaggio della commedia Anfitrione del poeta latino Plauto. Egli narrò che un giorno il dio Giove si era innamorato di Alcmena, la fedele moglie di Anfitrione re di Tebe e, approfittando del fatto che il re fosse in guerra contro i Tebani, si introdusse di notte nel suo palazzo assumendo le sembianze dello stesso sovrano. Il dio Mercurio lo aiutò vestendo i panni di Sosia, il fedele servo di Anfitrione e così i due riuscirono ad ingannare Alcmena che, credendolo suo marito, trascorse una notte d’amore con Giove.

Tra il XX e il XXI secolo…

View original post 403 more words